Ex - CAMBIARE LA SOCIETA', CAMBIANDO SE STESSI

28 ottobre 2005

Fate l'amore


Io ero a Genova il 21 Luglio del 2001. Io ero a Genova, quando piovevano candelotti sparati dall’elicottero. Io ero a Genova, quando i preti, sulla soglia delle loro chiese, ci salutavano un po’ di nascosto. Io ero a Genova, quando accanto a me, c’erano ragazzi incappucciati che lanciavano sassi verso la polizia, con gli occhi rossi spiritati dalla rabbia.
Ogni volta che rivedo in tv gente che manifesta con allegria, accanto a gente con i caschi, accanto a gente seria seria, incazzata, mi torna alla mente quella sterminata marea di mani alzate che i miei occhi incontravano mentre si levavano al cielo per cercare il punto di partenza dei candelotti. E un’emozione balza sempre improvvisa.
La nostra arma sono i nostri sguardi sereni. Magari impauriti, ma sereni. Non mi piacciono gli sguardi giudici che sbeffeggiano il poliziotto di fronte, a mezzo metro; non mi piacciono i caschi portati già con l’intenzione di uno scontro; non mi piacciono i megafoni che urlano “in faccia al nemico”; non mi piace la rabbia, non mi piace la vendetta.
Sarà un caso, ma fra tutte le innumerevoli fotografie fatte nelle manifestazioni della storia recente dell’Uomo, la più famosa è quella di una ragazza che tiene in mano un fiore davanti ad un plotone di forze dell’ordine, quasi glielo volesse offrire. E quello che colpisce è proprio il suo sguardo pieno di tenerezza. Non c’è affronto, non c’è offesa.
Fate l’amore, non fate la guerra.

1 Comments:

Anonymous Anonimo said...

nata la vita psichica bisogna nascere alla vita psichica!
ognuno ha i suoi tempi!
ciao mario

1:21 AM

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home