Ex - CAMBIARE LA SOCIETA', CAMBIANDO SE STESSI

13 aprile 2006

Dio, i Sufi, il Cammello

Non capita tutti i giorni di incontrare un maestro sufi. Forse è come dice la loro tradizione: "E' il maestro che viene a trovarti quando sei pronto". Molto più semplicemente ecco l'occasione per incontrarne uno attraverso un libro: Il cammello sul tetto. Discorsi sufi (Armenia, 14,90) di Burhanuddin Hermann. E' un libro che viene dal basso: una comunità piuttosto diffusa segue i seminari di questo maestro sufi tedesco che viaggia in Italia e nel mondo parlando a chi lo vuole ascoltare. Da quegli incontri è nato questo volume. Alcune avvertenze. La prima è che l'autore è musulmano e questo per molti potrebbe essere un problema. Se non è così, altre avvertenze. In questo libro si parla molto di Dio e di amore. Si parla di pratiche antiche come lo dhikr, la ripetizione dei nomi di Dio che i dervisci praticano, oltre alla danza rotante, per avvicinarsi all'assoluto. Si parla dell'unica vera e grande jihad che l'uomo è chiamato a fare, quella contro il proprio ego e il suo desiderio inestinguibile di voler soffrire anziché arrendersi (Islam) a Dio. Nonostante il fiorire di testi sul sufismo, qui non si trovano scorciatoie new age come nessuno si sognerebbe di trovarle in una religione come quella cristiana. I sufi sono gente allegra come dimostra già il titolo, quindi la leggerezza è la cifra del libro. Buon viaggio.
da Repubblica.it (i neretti e i corsivi sono miei)

8 Comments:

Anonymous Vincenzo said...

bel blog, ripasserò sicuramente.

10:02 PM

 
Blogger Francesco said...

Una volta ho assistito a una loro danza... impressionante!

9:33 AM

 
Blogger gidibao said...

Interessante Fabio, grazie per l'info :-)
ho fatto una piccola ricerca con Google: su l'autore ci sono molte pagine di riferimento...

@ Vincenzo...
hai proprio ragione! ;-)

ciao caro, a presto....

gidibao

10:46 AM

 
Blogger artemisia said...

A me è piaciuto quell'elemento di leggerezza...si è leggeri solo quando ci si lascia alle spalle la pesantezza...

5:21 PM

 
Blogger Fabio Artigiani said...

E questo mondo vorrebbe vederci sempre più pesanti.. o almeno così sembra. E sembra anche molto difficile rendersi leggeri. E invece è facilissimo. Nessuno ha la ricetta: anzi, tutti ce l'hanno: è semplicemente diversa per ogni testa senziente.
Al lavoro, cuochi!

9:37 AM

 
Blogger gidibao said...

Auguroni Fabio, buona Pasqua a te ed ai tuoi cari :-)

un abbraccio,

gidibao ;-)

12:08 PM

 
Blogger artemisia said...

Auguri Fabio.

12:38 PM

 
Blogger Fabio Artigiani said...

Auguri a tutti voi.

1:08 PM

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home