Ex - CAMBIARE LA SOCIETA', CAMBIANDO SE STESSI

11 settembre 2006

IN QUESTO PERIODO

In questo periodo, questo pezzo di "Canzone quasi d'amore" di Guccini mi rappresenta bene:

"...d' altra parte, lo vedi, scrivo ancora canzoni e pago la mia casa, pago le mie illusioni, fingo d' aver capito che vivere è incontrarsi, aver sonno, appetito, far dei figli, mangiare, bere, leggere, amare... grattarsi!".

6 Comments:

Blogger zefirina said...

io invece a volte fingo che va tutto bene, ma non mi arrendo perchè ho imparato che vivere è incontrarsi, aver sonno, appetito, far dei figli, mangiare, bere, leggere, amare... e so per certo che con un piccolo aiuto dei tuoi amici (tanto per citare i vecchi beatles) ce la puoi fare

2:47 PM

 
Blogger PiB said...

pago le mie illusioni con il denaro del quotidiano...epure il prezzo non è mai troppo alto

4:08 PM

 
Anonymous lefleurnoire said...

un saluto
:*

11:40 AM

 
Anonymous sagami said...

Mi hai "regalato" una colonna sonora per questi giorni....
merci
s.

5:50 PM

 
Anonymous tremendamente said...

ciao fabietto... a novembre sarò al concerto di guccini a milano... non è che per caso ti balena nella mente l'idea di andarci? io vado con amici... chissà magari ci si becca..

3:14 PM

 
Blogger Fabio Artigiani said...

@zefi: grazie! Lo penso anch'io, ce la posso fare senz'altro. Un bacio.

@pib: vero. Senza sogni non si vive. Un saluto.

@fleure: bentornata. A presto e un salutone anche a te.

@saga: sei sempre molto attenta ai "fatti" musicali di questo blog! Bencontento! De rien. A bientot.

@treme: grazie per l'invito!!! Non credo, ma chissà. Se verrò, lo saprai senz'altro. Un salutone one.

5:40 PM

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home