Ex - CAMBIARE LA SOCIETA', CAMBIANDO SE STESSI

06 luglio 2006

Aurora


Il riflesso dell'Aurora è già sufficiente a rivelarne tutta la bellezza.
Fino ad oggi ho avuto la fortuna di poterla guardare dritta negli occhi ogni giorno.
.
" ti accorgi che stai facendo la cosa giusta,
quando tutto il mondo cospira per renderti felice"
(Paulo Coelho).

11 Comments:

Blogger miss piperita said...

È stupenda la foto che hai scelto. Quei riflessi color rame e le increspature dell'acqua...

3:18 PM

 
Blogger PiB said...

Concordo foto stupenda....giocando con le parole (come sempre!) co(re)spira

3:36 PM

 
Anonymous Anonimo said...

Ti condivido con il mondo e adesso ho la consapevolezza che questo mi rende felice...

Aurora

5:30 PM

 
Blogger derbeer said...

Sì, è davvero una fortuna

6:29 PM

 
Blogger Morgan said...

ebbene sì, concordo Francesco.

Morgan

6:54 PM

 
Anonymous amira said...

paulo coelho.. prima lo adoravo.. ora.. molto meno. però devo ammettere che certe frasi sono molto belle.
un saluto

9:25 PM

 
Anonymous gidibao said...

bellissima...

12:27 AM

 
Anonymous barbara said...

Foto incantevole e parole altrettanto incantevoli...
ciao
Barbara

2:14 PM

 
Blogger Fabio Artigiani said...

@miss pipe: trovata su internet :)

@pib: concordiamo tutti!

@au: la felicità è nascosta in una di quelle utopie irrangiungibili da tentare di raggiungere.

@derbeer: molto contento di rivederti da queste parti!

@morgan: Francesco chi sarebbe?

@amira: in ogni cosa e in ogni persona credo ci sia del "buono" e del "cattivo". Il tutto racchiuso in ottica soggettiva. Ciao!

@gidi: internet, quale risorsa!

@barbara: un salutone anche a te.

12:02 PM

 
Blogger Fabio Artigiani said...

Aurora, con questo post e il tuo commento, condividiamo noi con questo mondo virtuale, per quello che siamo stati, per quello che siamo.
Un urlo forte per strapparsi dalle ossa questa assurda sofferenza.


LA SOFFERENZA

E una donna chiese: “Parlaci della Sofferenza “.

“ La vostra sofferenza è come il rompersi del guscio che chiude la vostra conoscenza.

Come il nocciolo del frutto deve rompersi perché il suo cuore possa esporsi al sole, così voi dovete conoscere il dolore.

E se voi sapeste custodire in cuore la meraviglia dei prodigi quotidiani della vita, la sofferenza non vi stupirebbe meno della gioia;

E accogliereste le stagioni del vostro cuore, come avete sempre accolto quelle che passano sui campi.

E vegliereste con serenità negli stessi inverni del vostro affanno.

Gran parte del vostro dolore l’avete scelto voi.

E’ la posizione amara con cui il medico che è in voi guarisce il vostro male.

Perciò dategli retta, e bevete il suo rimedio, tranquilli e fiduciosi:

Perché la sua mano, benché pesante e dura, è retta dalla tenera mano dell’Invisibile,

E la coppa che vi porge, anche se brucia le vostre labbra, è stata fatta con la creta che il Vasaio ha inumidito con le sue sacre lacrime”.

K. Gibran

11:05 AM

 
Anonymous Anonimo said...

"la felicità è nascosta in una di quelle utopie irrangiungibili da tentare di raggiungere"

Non sono d'accordo, penso che la felicità sia dovunque, come del resto l'amore, basta saperla cogliere e assaporare...

Aurora

5:31 PM

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home